AZIONI E STRUMENTI

 

Attività in programma

 

  • Wix Facebook page
  • Wix Twitter page
  • YouTube Social  Icon

La FORMAZIONE come strumento per la crescita del capitale umano

 

Tutti i percorsi formativi contempleranno una particolare attenzione alla declinazione dei contenuti nel contesto locale in cui si realizzeranno.

In linea di massima si provvederà a realizzare tre tipi di percorso: culturale/educativo, tecnico/specialistico, amministrativo/progettuale.
Ad esclusione dei percorsi per la scuola secondaria di primo e secondo grado e per i volontari, i percorsi formativi prevedono un contributo da parte degli allievi, quantificabile in relazione al coinvolgimento delle associazioni di categoria. Sono previste borse di studio per i profili post diploma e post laurea.
I corsi proposti rappresentano un catalogo di possibilità che si concretizzeranno nell'arco dei tre anni e in base alle reali esigenze via via verificate. 

 

 

FORMAZIONE DEDICATA A:

- VOLONTARI ASSOCIAZIONI LOCALI/CONGREGAZIONI

- DOCENTI

- STUDENTI DELLE SCUOLE DELL'OBBLIGO (O.I. FINO AI 18 ANNI)

- STUDENTI DELLE SCUOLE SECONDARIE SUPERIORI

- POST DIPLOMA

- POST LAUREA

- PROFESSIONISTI E IMPRESE ARTIGIANE

- PROFESSIONISTI E IMPRESE COMMERCIALI E TURISTICHE

- AMMINISTRATORI LOCALI E ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA

 

CORSI DI:

- LINGUE STRANIERE

- ACCOGLIENZA TURISTICA

- COMUNICAZIONE

- ARTIGIANATO D'ECCELLENZA

- CONOSCENZA DEL PATRIMONIO 

- CULTURA D'IMPRESA

- MEDIATORE DI CULTURA

- FUNDRAISING

- MARKETING

- CROWDFUNDING

Costruire una rete di COMUNICAZIONE

 

La Casa di Carità Arti e Mestieri dispone di 25 sedi locali, tre delle quali sono direttamente interessate al progetto in esame: Ovada, Novi Ligure e Tortona. Ognuna di queste sedi può vantare una presenza ultradecennale sul territorio (Ovada dal 1950) e una rete di relazioni profonde e consolidate. Per questa ragione non si è ritenuto necessario istituire un raggruppamento con altri enti per il progetto in questione.

Le sedi di Ovada, Novi e Tortona avranno ruolo di coordinamento operativo tra i partner, con funzioni paritarie di ascolto, decisione e coordinamento delle attività. 

 

Ricostruire attorno ad essi elementi di attrattività turistica per gli ospiti provenienti dalle aree limitrofe (turismo di giornata, weekend lungo) e di identità culturale per chi vi abita.

Oggetto della valorizzazione sono gli itinerari archeologici e storici e di devozione e il dialogo con il patrimonio Unesco delle Langhe-Roero e Monferrato.

 

 

SVILUPPO DELL'ECOSISTEMA DIGITALE

 

La creazione di un ecosistema digitale presuppone il lavoro di una redazione web che la Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri potrà attivare e gestire attraverso le sue sedi di Ovada, Novi Ligure e Tortona, vere e proprie antenne sul territorio nel quale sono radicate da tempo. Gli strumenti messi in campo sono:

- Redazione web diffusa 

- Ufficio stampa

- Portale responsive

- pagina Facebook

- canale Twitter

- canale YouTube

- canale Instagram

- App e-beacons

Il TERRITORIO: l'oggetto della valorizzazione

 

VALORIZZAZIONE DEGLI ITINERAI DI DEVOZIONE

- Ovada - S. Paolo della Croce

- Rocca Grimalda - Santa

- Limbania Mornese - Santa Maria Mazzarello

- Pontecurone - San Luigi Orione 

 

VALORIZZAZIONE DEGLI ITINERAI ARCHEOLOGICI E STORICI

- Libarna e le vestigia dell'antichità (Dertona, il sito del Guardamonte, Rondinaria, Museo

- Paleontologico Maini di Ovada, Acqui Terme

- I sentieri della Memoria, sentieri della Resistenza

- Novi Ligure: un viaggio nel tempo delle Terre di mezzo 

 

IL PAESAGGIO IN DIALOGO CON IL PATRIMONIO UNESCO 

La valorizzazione di questo patrimonio, che nel nostro caso rappresenta la porta di ingresso alla zona individuata dall'Unesco nel giugno 2014, "I paesaggi vitivinicoli del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato", intende esplicitare le potenzialità percettive dei territori interessati, esaltandone le peculiarità legate alla panoramicità ed alla interrelazione profonda con il contesto agrario vitivinicolo circostante, contesto formato da versanti ricoperti di vigneti disposti a filari, cascine e fabbricati rurali accessori isolati, piccole strade solcanti il susseguirsi dei poggi che si manifestano quasi in un continuum ininterrotto di suoli coltivati dai colori differenti per le diverse tipologie di varietà coltivate e colture agrarie applicate.

Tra Ovada e Gavi, nell'area dell'Oltregiogo, questo paesaggio è arricchito dallo straordinario skyline dei Castelli, e più oltre dalla catena montuosa delle Alpi nord occidentali particolarmente suggestivo nel variare delle stagioni dell'anno. 

 

Le fotografie utilizzate: ALEXALA - Tourist Board Alessandria & Monferrato by Carlo Lenti

Scarica l'App risultato del corso

"Tecnico dell'Accoglienza Turistica"